Scarica l'app CON IL SUD:

Abbiamo parlato di: economia


Da Flickr.com, Milko, barbiere di strada, foto di Zak, Licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.0)
Il Commento

IMMIGRAZIONE E LAVORO. MEGLIO UN’ANALISI PACATA

Da una parte il tentativo di promuovere percorsi sensati e con una prospettiva. Dall’altra la presunta certezza che si risolva tutto facilmente, con slogan efficaci e tranquillizzanti. Così, con la stessa semplificazione, nascono anche le categorie di “buonisti” e “cattivisti”. Eventualmente, ci iscriviamo fieramente alla prima. La vera contrapposizione, però, è tra realisti e avventuristi.

Continua a leggere 0 Commenti
Ristorante Wote Mezani, Lecce
Il Tema

Lavoro e immigrazione in Italia

Nel nostro Paese vivono stabilmente 5 milioni di persone di cittadinanza non italiana. Un dato che non tiene conto degli immigrati irregolari. L’immigrazione non può essere considerata come un’emergenza, è ormai diventata una componente strutturale della società e dell’economia italiana. In questo numero proviamo a fare il punto sulla situazione. Condividendo idee, informazioni ed esperienze. Provando, anche, a smontare qualche luogo comune.

Continua a leggere 0 Commenti
Da Flickr.com - foto di Cristian, Chickens, Milano 2012 - licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.0)
Zoom

Lavori a 5P: pesanti, precari, pericolosi, poco pagati, penalizzati

Vi siete mai chiesti, ad esempio, perché le donne filippine facciano quasi sempre le colf? O come mai gli immigrati nel nostro paese svolgano lavori meno qualificati rispetto ai loro titoli di studio? Oltre la propaganda politica, i pregiudizi e le generalizzazioni esiste un variegato e complesso mondo del lavoro degli immigrati in Italia. Ci aiuta a esplorarlo Maurizio Ambrosini, docente di sociologia delle migrazioni all’Università di Milano e autore del recente saggio “Migrazioni”

Continua a leggere 0 Commenti
Da Flickr.com - foto di Eisabeth Skene, lavanderia - licenza Creative Commons (CC BY-NC-ND 2.0)
Interviste

L’impresa di Raf

Una storia molto cinematografica. In 20 anni un “giovane” bengalese costruisce il futuro che ha sognato: da vendere fiori ai semafori a gestire una serie di attività commerciali a Roma. “Fame” e “voglia” di lavoro, che “i giovani italiani non hanno più”. Oggi Raf dà lavoro a 200 persone e si sente “più avanti di 50 anni” rispetto agli italiani. “Vivo per questo Paese. Le diffidenze e le difficoltà si superano sapendosi comportare bene, perché con l’amore si può convincere tutti”.

Continua a leggere 0 Commenti
Foto da moneygramaward.com
Esperienze

MONEYGRAM AWARD, IL PREMIO AGLI IMPRENDITORI STRANIERI DI SUCCESSO

Si contano oltre 570.000 aziende fondate e gestite da migranti che generano il 6,9% del PIL italiano, più di 100 miliardi di euro all’anno. Le aziende costituite da stranieri contribuiscono in modo significativo all’economia italiana: il 6,9% del PIL non può passare inosservato. Oltre all’aspetto finanziario, ci sono anche altri fattori come l’arricchimento della cultura e la garanzia della diversità sociale.

Continua a leggere 0 Commenti