Passione per i giovani e desiderio di lavorare per il loro futuro. Sono gli ingredienti che animano l’impegno di Suor Carmela Rocca, presidente della sede pugliese del CIOFS-FP (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane – Formazione Professionale) – ente formativo salesiano che rende attuale in Italia l’esperienza di Giovanni Bosco e Maria Domenica Mazzarello nell’area della formazione professionale delle giovani generazioni -  soggetto responsabile del progetto “Fuoriclasse”, realizzato nella provincia di Taranto e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Enel Cuore Onlus.

E’ chiaro il messaggio del progetto: i giovani devono essere stimolati a seguire i propri sogni, ad orientare la vita seguendo le proprie attitudini, a spendersi per dare un positivo contributo alla società. L’iniziativa, che si è conclusa, è stata promossa in collaborazione con una numerosa partnership di associazioni, istituzioni e, in particolare, di tanti istituti scolastici locali, punti di riferimento e centri privilegiati per la formazione e la crescita dei ragazzi.

La strategia progettuale, sostenuta attraverso il Bando Educazione dei Giovani 2010 dalla Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Enel Cuore Onlus, è stata una risposta coordinata e concreta al drammatico problema della dispersione scolastica, piaga molto spesso minimizzata ma particolarmente diffusa soprattutto al Sud.

Volontari e partner del progetto hanno coinvolto negli interventi progettuali più di 350 ragazzi “a rischio”, provenienti da distretti e zone particolarmente disagiate della provincia di Taranto e spesso fuori dal “circuito della legalità”, puntando sulle loro potenzialità per valorizzarle. Giovani che hanno negli occhi il desiderio di rivincita, di rinascita, di voglia di fare e di farcela.

Tra le principali iniziative: attività di formazione al gioco, laboratori di recitazione (con la realizzazione di musical come “Aggiungi un posto a tavola”, “Grease”, “Mamma mia” e di uno spettacolo sulla vita di Don Bosco), di fotografia, sport, interventi di accompagnamento allo studio e di orientamento, con il coinvolgimento attivo anche delle famiglie.

Il tutto all’insegna dello stare insieme in armonia. Un percorso capace di creare condivisione, di generare crescita umana, di promuovere la cultura della legalità, il rispetto dell’altro e delle regole.

Manuela Intrieri