Teatro

Un kit didattico per prevenire maltrattamenti e abusi sui minori

Il maltrattamento minorile rimane ancora oggi un fenomeno nascosto, poco denunciato, sottostimato. Su 401.766 bambini e ragazzi presi in carico dai servizi sociali in Italia, 77.493 sono vittime di maltrattamento. Questi i dati che emergono dalla seconda Indagine nazionale sul maltrattamento dei bambini e degli adolescenti in Italia, condotta da Terre des Hommes e CISMAI per l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. 

La maggior parte dei minorenni in carico ai servizi sociali è vittima di incuria, discuria o ipercura (40,7%), seguiti da bambini e ragazzi che subiscono violenza assistita (32,4%). Il 14,1% dei minorenni in carico, invece, è vittima di maltrattamento psicologico, mentre il maltrattamento fisico è registrato nel 9,6% dei casi e l’abuso sessuale nel 3,5%.

Bambine e ragazze subiscono più spesso maltrattamenti rispetto ai coetanei maschi (201 su 1000, rispetto a 186), così come gli stranieri (ogni 1000 bambini vittime di maltrattamento, 7 sono italiani, 23 stranieri). 

Nel 91,4% dei casi, i minori subiscono violenze da parte di persone fidate della sfera familiare, o con cui interagiscono quotidianamente (genitori, parenti stretti, amici dei genitori, ecc.). 

Per sensibilizzare sul tema del maltrattamento e abuso sessuale all’infanzia e all’adolescenza, e per prevenire questi fenomeni, il progetto “La Casa di Nilla plus” propone un kit didattico audiovisivo di action learning, pensato per gli studenti delle scuole medie e per tutta la comunità educante

Il progetto è selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e promosso dalla cooperativa sociale Kyosei. L’obiettivo del kit è insegnare attraverso gli adulti/educanti; guidare i bambini e i ragazzi a riconoscere le relazioni abusanti e maltrattanti; capire cosa fare, a chi rivolgersi e chiedere aiuto in modo efficace. Nel DVD video c’è il consiglio dell’esperto che dà delle spiegazioni e fornisce indicazioni per ogni situazione. 

Il kit, composto da un piccolo manuale e DVD, utilizza il linguaggio del teatro e del cinema rendendo i ragazzi protagonisti: sono stati proprio i giovani a portare in scena le storie di possibile rischio di abuso e maltrattamento realmente accadute su bambini e ragazzi. Nel video presente nel kit sono rappresentati episodi frequenti tratti dall’esperienza concreta negli anni di La Casa di Nilla – centro specialistico della Regione Calabria per la cura e la tutela di bambini e adolescenti in situazioni di abuso sessuale e maltrattamento – gestita dalla cooperativa sociale Kyosei dal 2007.  

Il progetto ha scelto di mettere in scena questi episodi per renderli maggiormente fruibili, più immediati agli studenti, docenti, famiglie e comunità educante. Per razionalizzare, vedere in maniera dinamica quello che può avvenire nelle situazioni di rischio effettivo, qual è la possibile soluzione. 

Le storie contenute nel DVD video sono state rappresentate presso il Cinema Teatro comunale di Catanzaro grazie al direttore artistico Francesco Passafaro, coinvolgendo direttamente i bambini e 15 ragazzi del laboratorio teatrale TeatroLAB dell’associazione Teatro Incanto

Il kit didattico audiovisivo di action learning verrà diffuso e distribuito nelle scuole italiane, a partire da quelle calabresi. Per informare e formare insieme una comunità più consapevole e attenta ai bisogni di protezione e cura dei bambini e ragazzi.  

Servizio a cura di Rosa Cambara
Grazie alla collaborazione di Daniela Fazio, responsabile comunicazione progetto La Casa di Nilla plus
Riprese video di Emanuele Spagnolo