Sport

“Mi è mancato lo sport”. Il racconto dei ragazzi ai tempi del covid

#Quante storie - 18 Giugno 2021

A Lavinia è mancato nuotare e sentirsi tutt’uno con l’acqua. Per Riccardo, il pallone da calcio è stato l’unico amico con cui passare del tempo in zona rossa. Gianmarco ha sentito la mancanza della palla da basket, soprattutto quella un po’ sgonfia che gli capitava sempre durante gli allenamenti. A Emma è mancato tutto della danza, la sua più grande passione, anche il dolore di quando indossava le punte.

Sono alcune delle storie dei tanti ragazzi che hanno partecipato al contest “Io come Dante”, con cui, in occasione dell’anno di Dante Alighieri, abbiamo chiesto agli adolescenti di raccontare la loro selva oscura e come tentano di uscirne. In molti hanno paragonato la selva oscura a quest’ultimo anno e mezzo di pandemia, tra isolamento, mancanza degli amici e impossibilità di praticare sport.

Abbiamo raccolto le storie di Lavinia, Riccardo, Gianmarco ed Emma nel video proiettato questa mattina alla presentazione del rapporto nazionale “I minori e lo sport”, a cura dell’Osservatorio #conibambini, promosso da Con i Bambini e Openpolis.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK